News / Dettaglio

Morosità Acqua - No al distaccamento.

14/04/2017

Secondo gli orientamenti della Corte di Cassazione senza l’energia elettrica si può

vivere ma senza l’acqua no.

Proprio per questo motivo in caso di morosità, la Suprema Corte ritiene illegittimo il

distacco della fornitura idrica mentre consente quello dell’energia elettrica. In

questo modo, attraverso la questione si definisce indirettamente i servizi

indispensabili dando all’amministratore di condominio il potere di sospensione dei

servizi ad utilizzazione separata.

L’intestatario dell’utenza della fornitura dell’acqua che per il mancato pagamento

della bolletta si vede sospendere il servizio può, legittimamente, fare ricorso di

urgenza al tribunale per evitare i danni conseguenti dal distacco della fornitura in

oggetto.

Il distaccamento della fornitura elettrica invece, in caso di mancato pagamento

della bolletta, è legittimo: E’ una clausola che nei contratti di fornitura prevede il

distacco dell’utenza in caso di ritardi nei pagamenti anche di una sola bolletta.

L’utenza però, deve essere immediatamente ripristinata nel momento in cui l’utente

salda il suo debito. Se ciò non avvenisse, il gestore è tenuto al risarcimento del

danno a meno che la società che eroga il servizio non dimostri di essere stata

all’oscuro dell’avvenuto pagamento. La Corte di Cassazione a tal riguarda afferma

che “La mancata conoscenza del pagamento da parte dello specifico ufficio

addetto alla sospensione e riattivazione del servizio, essendo un fatto interno alla

società e non dipendente dall’utente, non esclude l’obbligazione risarcitoria se non

sia fornita la prova che essa dipende da causa estranea alla società e alla sua

organizzazione”.


Torna all'elenco

CONTATTI

  • Indirizzo: Via Carlo Spegazzini, 91 - 00156 ROMA
  • Email: info@associazioneconsumatorifedercasa.it
  • Web: http://www.associazioneconsumatorifedercasa.it/
  • Telefono: +39.06.8277924